Cursore Stelline

venerdì 4 gennaio 2013

L' abitudine


Stare insieme per abitudine

E' la vita ve lo dico per esperienza personale.
Ci sono situazioni per cui ti impegni ed è difficile uscirne.
Fai un figlio e se sei responsabile sopporti una relazione piatta per non farlo star male.



Hai degli impegni economici in comune ed è difficile uscirne.
Uno dei due è mantenuto, vuoi per situazioni o per fatti tristi non dipendenti dalla volontà,
oppure uno dei due non può far a meno dell'altro e l'altro pur non amando più ha una forte riconoscenza.
La mancanza di prospettive ad una certa età ed il mondo che offre
sempre più solitudini se non sei più che speciale.


Chi se la sente di mollare una persona affidabile anche se la relazione è statica per una passione momentanea anche se pensiamo di aver trovato l'amore della vita?
La gente attorno, si è tutti pronti a sfidare risentimenti di parenti che abitano di fronte?
Ci sono migliaia di situazioni che viste dall'esterno sono improvvisate, ma tutte giuste.
Credo sia meglio una scappatella, con diritto di ripensamento, meglio ancora se non scoperti dal partner.


8 commenti:

  1. Un argomento molto delicato e purtroppo molto di attualità in questi anni, premetto che la decisione di cosa fare deve essere sempre fatta dalle parti in questione, io ci son passata purtroppo i figli ne soffrono in una separazione soprattutto se son piccoli e data l'età non capiscono totalmente il perchè, ma posso dire anche che lo star assieme senza amore, solo per convenzione e problemi di interessi economici in comune è comunque disastrante per entrambe le parti, i figli sentono comunque questa mancanza di serenità anche se si (riesce a fingere) in loro presenza, l'ideale sarebbe mantenere contatti amichevoli tra le parti e non far mancare nulla ai figli, (inteso non solo economicamente,ma soprattutto dialogo e interesse comune nel corso della loro crescita). Dei parenti e amici bisogna imparare a fregarsene dato che per esperienza personale sono i primi a girarti le spalle quando succede una disunione. Per la scappatella.. la scappatella è solo sesso e poi che resta? son tutti convinti che l'altra parte non lo percepisca, non è così purtroppo e se ne soffre in tre i due cogniugi e la terza persona in questione, perchè bisogna considerare che anche la persona con cui si fà questa scappatella ha un cuore e delle emozioni, quindi a meno chè non sia una persona leggera... soffrirà anche lei/lui. E una scelta che và ponderata molto seriamente, ho visto coppie separate con figli rifarsi un altra famiglia e comunque mantener rapporti amichevoli con la precedente appunto per i figli. Di certo posso dirti che lo star insieme senza amore, per obblighi vari è devastante interiormente. Comunque ripeto bisogna trovarsi nella situazione, dall'esterno posson dar tutti pareri ma ogni storia e decisione è a se stante.
    Buon fine settimana e Serena Epifania Gianni, con l'ugurio di trascorrerla serenamente, un abbraccio con amicizia e affetto .. Carla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carla auguri anche a te buona festa!

      Elimina
  2. Ciao Gianni, buon martedì, un abbraccio di ♥
    http://sandy07.s.a.pic.centerblog.net/1owo0533.jpg

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie e buona giornata a te, un abraccio !

      Elimina
  3. Io la penso come dolceuragano, nel senso che i figli sono i primi a soffrire in caso di separazione, ma che restare insieme nella finzione non aiuta a stare meglio. Forse un uomo lascia la moglie solo in caso di un nuovo amore, anche passeggero, ma una donna può lasciare il marito anche per stare bene con se stessa. Quando la monotonia é ad alti livelli si rischia di lasciarsi andare e di sopravvivere anziché vivere. I figli crescono e gli anni indietro non tornano più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cocinella ti auguro una dolce serata!

      Elimina
  4. Ciao Gianni, felice serata e un buon fine settimana, un abbraccio ♥ Carla

    RispondiElimina